Home News Releases Coming Webstore Ordering Artists Contact Media
> NIGHTMARE
Band: NIGHTMARE
Title: About to Explode
Format: CD
Release Date: 20/Dic/2012
Price: $9.00 USD

EBM records presents the 24th offering of the "Thrash is Back" Series.

Coming from Antioquia, Colombia, and with already 3 albums available in their Discography , NIGHTMARE has reached such a level to be considered one of the most important Metal acts in the current Southamerican Metal Scene.

"About to Explode" was first released in 2010 by Dirty Sound Records for a Local distribution. The result was an absolute Masterpiece of Skull Crushing Old School Heavy Metal !.

We are really excited to be able to re-release this amazing Metal Gem to the worldwide market, so get ready, this is pure and raging Southamerican Heavy Metal at its best !!

> Track List
1. Friends of hell 6. Leather, studs and rock & roll
2. Black blood sands 7. Confess and regret
3. Angels of darkness 8. Invasion
4. Out of love 9. Crush the bones
5. About to explode  
> Sound Sample

> Reviews
Heavy Metal Maniac
La Colombia è un paese che si sente pochissimo nominare in campo heavy metal e storicamente parlando non ha mai contribuito con band di fama mondiale come ha fatto invece un paese vicino chiamato Brasile. Diciamo che piano piano anche il territorio colombiano si avvicina e muove i suoi passi all'interno di questa musica. La formazione della quale mi occuperò in questa recensione si chiama Nightmare, ma attenzione a non confonderli con altre band chiamate con lo stesso monicker (e bisogna dire che sono davvero tante), una su tutte la band francese attiva da più di trent'anni e ancora più che prolifica.
Originalità del nome a parte, il disco in questione intitolato "About To Explode" è già alla sua terza ristampa nonostante sia uscito da appena tre anni, una delle quali in Lp nel 2011.

La proposta musicale del gruppo si trova a metà tra un heavy metal classico e uno speed metal abbastanza basilare che emula in modo ossessivo le glorie della N.w.o.b.h.m. degli anni d'oro però proponendo un disco che i "cugini" inglesi degli anni 80 facevano con questo disco anni prima e meglio della band colombiana.
La cosa che salta subito all'orecchio ascoltando la prima traccia del disco ("Friends Of Hell") è l'incredibile somiglianza di sound con una band molto distante sia come spazio sia come tempo, ovvero i francesi Adx.
La canzone in questione ricorda in modo molto marcato la prima traccia dell'album "Exécution", "Deésse Du Crime".
Ma la differenza sostanziale sta nella ripetitività della canzone dei Nightmare che non offrendo alcuna originalità ripetono quasi a nausea il riff principale della traccia alternandolo praticamente ad ogni frase cantata. Addirittura il ritornello è una variante del riff in questione, appiattendo ancora di più il tutto. La voce pur rientrando nei canoni del genere non è niente di particolare e ci si aspetterebbe qualcosa di più, ma un qualcosa che però non arriva mai. La parte riservata agli assoli è in parte deludente, i due chitarristi si alternano in una serie di fraseggi non padroneggiando una tecnica tale per le melodie che cercano di proporre e ricordano molto gli assoli dei Metalucifer, ma senza il pathos che ci mettono i giapponesi.
Proseguendo nell'ascolto del disco le cose non migliorano affatto, si percepisce la stessa aria di già sentito e monotonia presente nella canzone precedente, riff ripetuti ad oltranza e poca varietà nella struttura della canzone che quasi annoiano l'ascoltatore.

Quando si può pensare che il peggio sia passato ecco l'incedere della terza traccia intitolata "Angels Of Darkness" che si apre con un finto effetto live (orribile a mio parere). Il resto della canzone si muove su un heavy cadenzato e ritmato che mette in difficoltà il cantante il quale non riesce a sostenere timbriche basse e la voce diventa tremolante. Un leggero miglioramento si ha nelle parti più acute, ma il pezzo scorre via in maniera del tutto indifferente senza coinvolgere neanche nel refrain.
Il resto del disco non migliora molto quanto già detto, si passa per una banale imitazione dei Riot del periodo "Thundersteel" con la title track "About To Explode", arrivando alla rock 'n' rolleggiante "Leather, Studs & Rock 'N' Roll" (ma titoli più scontati no?), che cerca di emulare un po' la scena hair metal (con addirittura il suono del campanaccio) stonando però con il resto delle tracce del disco. Quasi in chiusura di album ci si imbatte nel pezzo più convincente dell'intero lavoro, ovvero "Confess And Regret" che con un riff introduttivo accattivante e il ritornello inframezzato da un solo che ben si lega con la struttura vocale riesce a centrare il bersaglio di una buona canzone heavy metal intorno al cui sound, il gruppo avrebbe dovuto costruire l'intero disco. Le ultime due tracce "Invasion" e "Crush The Bones" seguono il sound della canzone precedente convincendo molto nell'ascolto e nella struttura del brano che seppur un po' ripetitiva riesce ad ammaliare al punto che viene da chiedersi perchè le tre canzoni migliori del disco si trovano in chiusura.

La cosa che mi sento di dire è che le basi per costruire un buon disco ci sono tutte, ma vanno sfruttate e soprattutto bisognerebbe che questi colombiani cercassero di personalizzare un po' di più la propria proposta cercando di variare la struttura delle canzoni invece che ancorarsi al solito schema intro/strofa/ritornello/assolo.
Non mi sento di sconsigliare a priori l'ascolto di questo disco, consiglio più che altro di valutare bene se si vuole orientare il proprio portafoglio verso un prodotto acerbo e non originale. Consigliato esclusivamente ai nostalgici che proprio non possono fare a meno di dischi che richiamano il sound del passato anche se non eccelso.
Ai posteri l'ardua sentenza e soprattutto, de gustibus.
The Sentinel

Segundo álbum de esta formación de Heavy Metal tradicional ubicada en Medellín (Colombia).

Los guitarristas Carlos Mario Uribe “Ripper” (Witchtrap, ex-Dark Millennium) y Edison Gil “Enforcer” (ex-Dark Millennium) tuvieron la idea durante el año 1999 de formar un grupo de Heavy Metal clásico, pero hasta mediados del 2000 no lo llevan a cabo. Después de componer algunos temas se les une Orlando a la batería, aunque éste no permanecería mucho tiempo. Finalmente tras la búsqueda de componentes para completar la formación y unos ensayos, entran el batería Hugo Alberto Uribe “Witchhammmer” (Witchtrap, ex-Dark Millennium) y el bajista Camilo “Slayer” (ex-Invasion). Grabando su primera demo, “Gates Of Hades” (2001), compuesta por una introducción, cinco canciones propias y una versión de los belgas Acid (“Hooked On Metal”), editándola en cassette.

Nightmare debutaban en directo en un festival realizado en el Cerro el Ángel, del municipio de Bello. Logrando cierta relevancia en su concierto, ofreciéndosele tocar una semana después en el teatro Porfirio Barba Jacob.

A comienzos de 2002 dejaba la formación Camilo “Slayer” (después en el grupo Metal King), reemplazándolo Óscar Urrego “Sinister Storm” (bajista procedente de Thy Antichrist e Infernal, ex-Burieth), quien hace su primer concierto con Nightmare en marzo de 2002 en el teatro Porfirio Barba Jacob.

El primer álbum del cuarteto colombiano fue “High Speed Venom” (Plasmajam Productions, 2004), participando tras la edición del disco en varios festivales locales y nacionales; y apareciendo el tema “When Hell Is Out Control” en el recopilatorio “Metal Crusade Vol. XI” (2005) de la revista alemana Heavy.

La primera edición del segundo disco, este “About To Explode”, era editada por Dirty Sound Records en octubre de 2010. Apareciendo la actual a finales de 2012 por EBM Records .

Las nueve canciones que contiene “About To Explode” -grabadas en los Dirty Sound Studios de Medellín entre noviembre de 2009 y febrero de 2010; mezcladas por el guitarrista Edison “Enforcer” y la banda en los mismos estudios entre marzo y abril de 2010; y masterizadas en abril de 2010- recrean el Heavy Metal clásico inspirando por grandes del género y de la New Wave Of British Heavy Metal. Composiciones muy normales y corrientes de Heavy Metal, con una débil producción, a las que les faltan más fuerza y energía, no jugando tampoco a favor la floja voz del cantante / guitarrista Mario Uribe, eso es lo que pienso al escuchar con detenimiento los tres primeros temas: “Friends Of Hell”, “Black Blood Sands” y “Angels Of Darkness” (utilizando sonido de público al inicio y final).

“Out Of Love” despunta un poco por el sonido de las guitarras en línea a Thin Lizzy. Recordando la speedica “About To Explode” a la época de la N.W.O.B.H.M. y lo que influenció a los primeros Metallica. “Leather, Studs And Rock & Roll”, tal y como indica el final del título, tiene esencia rockera y un pegadizo estribillo.

Una de las mejores canciones que consiguen es “Confess And Regret”. E “Invasion” (si no me equivoco, recuperando la última canción de la demo de 2001) y “Crush The Bones”, dos correctos temas de clásico Heavy Metal pero sin nada especial que enganchen, concluyen este álbum de un nivel regular, para quien suscribe, de los colombianos.

En 2011 se re-editaba la demo “Gates Of Hades” en formato CD por Dirty Sound Records. Apareciendo ese mismo año el vinilo de “About To Explode” por Heavy Forces Records (400 copias en color negro, y 100 en azul), y también el Sello alemán en este 2013 editaba en vinilo “High Speed Venom” (350 en negro, y 150 en blanco).

A finales de 2011 Hugo “Witchhammer” se marchaba del grupo, sentándose tras los tambores Daniel García “Thunder Child” (Sanctuary), con el que ya preparan su tercer disco.

MetalWave
La EBM Records si conferma ancora una volta come ottima label interessata al metal classico, sfornando e sfornando in quantità dischi di qualità, oppure, come in questo caso, ristampandoli. Sì perché questo “About to esplode” dei colombiani Nightmare è in realtà per l'appunto una ristampa del secondo full length, uscito originariamente nel 2010 per la Dirty Sound e finalmente ristampato, con una veste grafica ottima e che condensa 9 tracce semplici e dirette di speed heavy metal in poco meno di 40 minuti.
Punti di riferimento? Principalmente Killer e primi Saxon, ma anche Helloween, mentre a metà disco l'album propone delle canzoni ognuna delle quali che va in una direzione leggermente diversa, tipo “About to Explode” che è il brano più speed, veloce e cattivo, mentre “Leather...” non disdegna varie influenze rock, “Invasion” si fa notare per una veloce cavalcata alla Maiden, mentre “Crush the bones” riprende qualcosa degli Anthrax e degli Overkill. Come penso si sia capito, il disco mi è piaciuto, e questo perché semplicemente è suonato e cantato in maniera ineccepibile (ottima la voce e ancora meglio la chitarra solista), con riffs semplici ma potenti e perfettamente curati e amalgamati con gli altri strumenti. I Nightmare non cercano il singolone ruffiano, non cercano il ritornello più carino: semplicemente riescono a essere orecchiabili e credibili pur suonando spesso melodici e mai troppo aggressivi. Il tutto su di una qualità sonora piacevolmente dall'aroma di analogico.
Insomma: se siete fanatici dello speed e del metal classico in generale, perdere questo cd è da idioti. Si tratta di un disco apprezzabilissimo dai fan del suddetto genere ma, al limite, forse un po' meno apprezzabile dai neofiti di questo genere. Ma questo non è che un misero dettaglio. La verità è che questo disco mena forte. Ben fatto, EBM Records.
Raw and Wild
Direttamente dalla Colombia i Nightmare ci propongono la loro ultima fatica, sesta per la precisione, dal titolo “About to explode”. Questo cd dalle sonorità HeavyMetal ricorda band come Iron Maiden, Helloween, e simili mostri sacri, in dieci brani per una durata di circa quaranta minuti. La partenza del cd è di quelle sprint con la song “Friends of Hell”, dove si apprezzano già tecnica e velocità nella sezione ritmica e precisione di chitarre e basso. La voce, per tutta la durata del cd, rievocherà inconfutabilmente lo stile vocale dei primi Helloween. Durante l'ascolto di questo lavoro si possono scorgere anche riff di tastiera che addolciscono i suoni molto graffianti e crudi, stiamo parlando del brano live “Angel of Darkness”, e anche della title track “About to explode” con delle sonorità che riportano alla mente anche gli Anthrax. Questa traccia molto tirata e ben suonata presenta però delle lacune nella parte ritmica specie nell'esecuzione delle rullate: direi che alle volte strafare è un rischio che solo pochi si possono permettere di prendere, e non era questo il caso di farlo. Mentre impeccabile è la performance della chitarra solista che esegue alla perfezione un bell'assolo lungo circa un minuto. Ci avviamo verso la fine del cd e la cosa da notare è che gli ultimi tre brani iniziano sempre allo stesso modo, e questo spesso non è un bene perché è un fattore che non accende la giusta dose di curiosità: credo dunque sarebbe un bene variare gli attacchi delle singole tracce! Questo fortunatamente succede con il brano di chiusura “Crush the Bones” dove possiamo apprezzare una performance della chitarra in modalità tapping. Nel complesso “About to explode” non impressiona, ma è un buon cd per gli amanti dell'Heavy Metal legato alla vecchia scuola delle band sopracitate.
Voto: 6/10
Leandro Partenza
Metallized
Proposta dalla terra di Gabriel García Márquez quella dei Nightmare , band che non si segnala certo per la sua originalità, né per il genere proposto né tantomeno per il moniker prescelto. Il loro About to Explode è uscito originariamente nel 2010 per la Dirty Sound Records , una piccola etichetta che si è poi occupata anche di ristampare il loro demo Gates of Hades , ma in grado di assicurare solo la distribuzione a livello locale. L'album è stato poi recentemente ripreso dalla EBM , che lo ha portato all'attenzione di una platea decisamente più estesa, producendo dapprima la versione LP e poi quella CD.
Ascoltando a caso un qualunque momento di una qualsiasi canzone di questo album, appare chiarissimo che per i Nightmare il tempo si è fermato al 1983, senza che tutto ciò che è accaduto in seguito abbia la benché minima importanza. Heavy metal classico tout court , prendere o lasciare. Quello che traspare molto chiaramente da questi nove pezzi è una genuina attitudine, una incontaminata voglia di suonare una musica pura, chiaramente superata e fuori moda a costo di essere considerati dei residuati di un'epoca morta e sepolta ed il divertimento nel farlo, e questo può e deve essere riconosciuto ai colombiani. D'altro canto, però, proprio queste loro caratteristiche li rendono assolutamente prevedibili, od a voler essere leggermente più cattivi, assolutamente scontati.

Scelta per ovvie ragioni una produzione non orientata verso la modernità, in modo da non tradire lo spirito del gruppo, i Nightmare macinano con la massima applicazione il loro heavy fatto di sudore, divertimento e tanta, tanta devozione verso la N.W.O.B.H.M., evidentemente considerata una irripetibile età dell'oro musicale. La diretta conseguenza di questo atteggiamento è che About to Explode è null'altro che una continua citazione dei principali gruppi del periodo, molti dei quali ancora attivi, che però hanno fatto ciò che questo disco propone prima e meglio dei Nightmare . Nonostante questo c'è anche qualche pezzo in grado di risultare molto piacevole, come Friends of Hell , About to Explode e soprattutto Leather, Studs and Rock & Roll , vero e proprio anthem da concerto dotato di un ritornello che ascoltato sotto un palco dopo aver ingurgitato una dose adeguata di una mistura di acqua, malto, luppolo e lievito ed in compagnia di alcuni altri esaltati, può procurare momenti decisamente divertenti.

Uscita riservata agli irriducibili amanti della N.W.O.B.H.M. che guardano con sospetto, se non con malcelata ostilità, qualsiasi cosa edita dal 1985 in poi, About to Explode è un disco onesto, come del resto i Nightmare , ma nulla più. Nostalgico.
Eternal Terror

Columbian skull crushing old school heavy metal here from the four-piece act Nightmare on this album "About To Explode". Fans should expect high octane vocals, riffing with the spirit of 80's speed and power at the helm, along with a little bit of NWOBHM ambiance. Primitive, down to earth production values keep the band's sound firmly at the heart of what I desire from a metal artist: lean, mean and charging forward.

Running Wild, Judas Priest, and Iron Maiden come to mind the most on blistering tracks such as "Friends of Hell", the twin harmony filled "Invasion", and the double bass charging title cut. 6 years after their debut "High Speed Venom" album, "About To Explode" should delight most who live for the early to mid- 1980's metal days.

Grab your leather, tight jeans, studs, and raise your fist to Nightmare.

Karakter: 4/6

Metal Temple
From Colombia comes the commonplace named NIGHTMARE . Do not let the lame name fool you. These confessors hold no regrets and will crush your bones with their pounding Metal anthems. This is because they play Traditional Metal with some levels of speed. Formed by the two WITCHTRAP brothers Carlos “Burning Axe Ripper” and Hugo "Witchhammer" Uribe , these friends of hell are all about the wearing leather, studs, and defending Heavy Metal.

This album was originally released in 2010. It was then recorded at Dirty Sound Studios, Medellín, Colombia between November 2009 and February 2010. It was mixed by songwriter and guitarist Edison "Enforcer" Gil at Dirty Sound Studios , between March & April 2010; then it was mastered about the same time. EBM Records has chosen to re-issue the album as the 24 th offering for their “Thrash Is Back” series.

I have not heard their “High Speed Venom” debut, but “About To Explode” will appeal to fans of classic acts like RIOT , The RODS , ANVIL , Tygers Of Pan Tang , TOKYO BLADE , METALUCIFER , etc., as well as newer acts like ROCKA ROLLAS , HELLISH WAR , WITCHCURSE , AXECUTER , AXEVYPER , and EVIL INVADERS from Belgium.

Most of the songs are winners; especially, “Leather, Studs, And Rock & Roll” , “Crush The Bones” , and the title track. Although, I would not necessarily consider this to be Thrash, I do accede that is well played Metal and sure to placate fans new and old. So join the invasion, because NIGHTMARE are about to explode in your face!
Zwaren Metalen

Nightmare (niet de Franse band met dezelfde naam). Ik zal niet zeggen dat ik van deze cd acuut een nachtmerrie krijg, maar het is wel één van de meest ongeïnspireerde heavy metal-re-releases die ik dit kwartaal heb zien passeren. De muziek klinkt vlak, verre van dynamisch en straalt echt geen kracht uit. Jammerlijke feiten.

Goed, er zitten wel wat tracks tussen die het met uptempo drumwerk goed proberen te maken, maar die scoren ook weinig punten. Hekel punt is vooral de zang van gitarist B.A. Ripper. Neem bijvoorbeeld track vier, Out Of Love en je kunt je continu ergeren aan zijn gezang. Dit kan gerust op de hele plaat hoor, maar in dat specifieke nummer word er mijn inziens nog een treetje hoger van de ladder der tenenkrommendheid beklommen. Het zijn de gitaarpartijen, vooral de solopartijen, die de cd omhoog halen en op een bepaald niveau kunnen brengen. Heavy metal dus, met wat hardrock invloeden. Of de muziek is gewoon zó soft dat de heavy metal meer op hardrock lijkt. Met het nummer Leather, Studs And Rock 'N Roll proberen de mannen nog een meezingertje weg te zetten, maar ook hier slaagt het gewoonweg niet. Het refrein is tekstueel gezien ook echt slapper dan peperkoek in water. Voor het heavy metal-genre een release om over te slaan.

> Interviews
 
> Touring
> Band's Info
Biography
Reviews
Interview
Official Site
Touring
 
> Buy
Mexico/USA/Canada
World
NIGHTMARE - About to Explode